Eventi

Spazio Officina – “Giuliano Vangi” – 26.05-21.07.2024

Giuliano Vangi: il disegno

A cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna Cavadini

Spazio Officina (Via Dante Alighieri 4), Chiasso (Svizzera)

Dal 26 maggio al 21 luglio 2024 lo Spazio Officina ospita la mostra GIULIANO VANGI: IL DISEGNO, a cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna Cavadini con progetto di allestimento di Mario Botta. L’esposizione, che si inserisce nel filone dei maestri del XXI secolo, costituisce la prima antologica sulla carriera artistica che abbraccia otto decenni del maestro fiorentino Giuliano Vangi (Barberino di Mugello 1931- Pesaro 2024). L’artista è recentemente scomparso, dopo aver a lungo e con entusiasmo lavorato alla realizzazione di questa mostra che tratta per la prima volta in senso antologico il tema del disegno dal 1944 al 2024.

Inaugurazione della mostra: SABATO 25 MAGGIO 2024, ore 18.00, Cinema Teatro
Apertura mostra: DOMENICA 26 maggio 2024

L’esposizione è incentrata in particolare sullo studio del disegno e della rappresentazione figurativa volta alla realizzazione dell’opera scultorea. In mostra allo Spazio Officina saranno esposti quasi duecento disegni di studio, a matita e china con biacca e acquarellature, oltre che acqueforti, di piccolo e grande formato, nonché due sculture, di cui l’ultimo bronzetto – Uomo che urla – realizzato proprio nei primi mesi del 2024. In particolare in questa mostra antologica sarà esposta una selezione della sua produzione grafica a partire dal 1944, anno in cui iniziò ad eseguire i disegni accademici, fino ad arrivare al 2024 con opere di grande valore emozionale: complessivamente otto intensi decenni di attività artistica, il che costituisce una prima a livello espositivo.

L’artista elabora ed esprime i suoi sentimenti ed impressioni usando il mezzo primario fra pensiero ed esecuzione, ossia il disegno, che a sua volta si trasforma alla fine del processo creativo in scultura. La forza creativa di Vangi lo porta anche alla sperimentazione di diverse tecniche grafiche dell’incisione, tra cui l’acquaforte, il bulino, l’acquatinta e la puntasecca; tecnica,quella dell’incisione,  sperimentata come modo ideale del suo fare, richiamando l’importanza della tradizione e affermando che la sua ricerca oscilla costantemente tra memoria e modernità. Il segno o grapheion, come atto creativo e originale, lo induce a ridisegnare e a rielaborare uno stesso tema più volte, poiché la sua grafica esprime tutta la poetica dell’artista. Per arrivare a sviluppare la propria arte, Vangi attinge direttamente dal vero, ispirandosi al soggetto “uomo” in tutte le sue declinazioni dei sentimenti dell’anima: attraverso il segno è quindi in grado di trasmettere il suo codice intellettuale di grande levatura.

Una sezione distaccata della mostra si trova presso il Centro Seminariale Villa Pontiggia a Breganzona (Lugano): nel parco sono presenti due sculture di Vangi (Persona, 2003, e Parallelepipedo rosso, 2010), mentre nel padiglione ligneo disegnato da Mario Botta viene collocata per l’occasione la scultura in acciaio Jolanda (2022). Questa sede della mostra sarà visitabile solo su iscrizione, ogni sabato mattina durante i due mesi di apertura della mostra. Viene così messo in evidenza da un lato il rapporto con il territorio, dall’altro l’amicizia professionale che lega Mario Botta a Giuliano Vangi.

L’esposizione vanta la sinergia con il Comune di Pesaro, quest’anno Capitale italiana della cultura, dove Giuliano Vangi viveva e dove si trova il suo Atelier.  L’esposizione è resa possibile grazie al Dicastero Attività culturali del Comune di Chiasso, con il sostegno della Repubblica e Cantone Ticino e di AGE SA, con il contributo dell’Associazione amici del m.a.x. museo (aamm) e (per la conferenza) del Circolo “Cultura, insieme” Chiasso.  Si ringraziano in particolare Villa Pontiggia-Seminar & Workshop, M. Zardi & Co. SA e Verzaschella, main sponsor della mostra. Sponsor tecnici: One Logistics Group, helvetia, Ellipticum, Alchimia Restaurant Chiasso

Eventi: clicca qui

 

 

 

Vai all'articolo
Scopri l’AGENDA di Chiasso ESTATE24

Eccola! È la nuova Agenda di Chiasso, pronta per informarvi su tutti gli eventi in programma la prossima estate, fra i mesi di maggio e settembre. Cinema, musica e cultura, appuntamenti sportivi, proposte gastronomiche… a Chiasso l’estate è ricca e colorata!

Per consultare l’Agenda, clicca qui

 

 

Vai all'articolo
m.a.x. museo – “Archivi Grafici/ Graphic Archives” – 18.05-22.09.2024

ARCHIVI GRAFICI / GRAPHIC ARCHIVES

Franco Grignani, Lora Lamm, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Heinz Waibl, Bruno Monguzzi, Orio Galli, Vito Noto

A cura di Mario Piazza e Nicoletta Ossanna Cavadini

m.a.x. museo (Via Dante Alighieri 6), Chiasso (Svizzera)

Il m.a.x. museo ospita dal 18 maggio al 22 settembre 2024 la mostra ARCHIVI GRAFICI: Franco Grignani, Lora Lamm, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Heinz Waibl, Bruno Monguzzi, Orio Galli, Vito Noto. L’esposizione, curata da Mario Piazza e Nicoletta Ossanna Cavadini, presenta una selezione di circa 300 opere custodite negli importanti archivi grafici del Centro Culturale Chiasso. L’Archivio si è composto nel corso di questi anni grazie a lasciti di artisti, graphic designer svizzeri e italiani di fama internazionale, oltre che tramite acquisizioni di opere d’arte effettuate da amanti dell’arte e filantropi, nonché dall’associazione Amici del m.a.x. museo.

Gli archivi grafici del Centro Culturale Chiasso sono costituiti da decine di migliaia di opere, una selezione delle quali è appunto oggetto della mostra al m.a.x. museo. Le opere proposte sono quelle di otto fondamentali figure di graphic designer che costituiscono punti di riferimento per la cultura grafica internazionale: Franco Grignani, Lora Lamm, Heinz Waibl, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Bruno Monguzzi, Orio Galli e Vito Noto. Tutti loro sono stati soggetti di mostre monografiche o tematiche a Chiasso e quindi sono entrati negli annali del suo Centro Culturale; tre di loro, Heinz Waibl, Orio Galli e Vito Noto, hanno ad esso affidato il loro intero archivio composto da disegni, schizzi, bozzetti, prove di stampa, manifesti, dépliant, prototipi e molto altro. Altri, come Lora Lamm, Bruno Monguzzi e Franco Grignani, hanno invece donato nuclei importanti di materiali che rispecchiano temi centrali del loro operato e che sono stati (e sono tuttora) in grado di contribuire in modo incisivo al dibattito internazionale sulla grafica. Della eterogenea produzione di questi importanti artisti nelle sale del m.a.x. museo sarà esposta una selezione rappresentativa di opere che segnano tappe della loro carriera, secondo un criterio tematico-cronologico.

Questa esposizione si svolge in concomitanza con l’apertura del CIAG, Centro Internazionale d’arte e grafica, con sede in via Dante Alighieri 10, proprio di fronte al m.a.x. museo, nei cui ampi spazi tutti coloro che lo richiederanno, per motivi di studio, potranno consultare i materiali conservati in archivio.

La mostra ARCHIVI GRAFICI: Franco Grignani, Lora Lamm, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Heinz Waibl, Bruno Monguzzi, Orio Galli, Vito Noto viene presentata ufficialmente al pubblico:

  • sabato 8 giugno 2024 ore 18.00 al Cinema Teatro di Chiasso

in concomitanza con l’apertura del CIAG, Centro Internazionale d’Arte e Grafica

interverranno:

Bruno Arrigoni, Sindaco e Capodicastero Attività culturali del Comune di Chiasso
Mario Piazza, designer, docente universitario e co-curatore della mostra
Nicoletta Ossanna Cavadini, Direttrice del m.a.x. museo e Spazio Officina e co-curatrice,
Susanne Bieri, già Conservatrice delle raccolte grafiche della Biblioteca nazionale svizzera di Berna e Presidente del Comitato scientifico del m.a.x. museo.

Saranno presenti gli artisti protagonisti della mostra

Eventi: clicca qui

 

 

 

 

Vai all'articolo
Auguri ad Antonia Ceracchini, centenaria a Chiasso

Tanti Auguri ad Antonia Ceracchini, che il 9 giugno ha compiuto 100 anni!

Ospite della Casa anziani Giardino, la signora è stata festeggiata con gioia per l’importante traguardo raggiunto: erano presenti il Sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni, il Capodicastero Stefano Tonini, il Direttore della Casa anziani Fabio Maestrini e i parenti della festeggiata.

 

Vai all'articolo
EURO 2024 – Maxischermo in Piazza Indipendenza

Rinnovando un appuntamento ormai collaudato e molto apprezzato, anche in occasione del Campionato europeo di calcio EURO 2024 il Comune di Chiasso metterà a disposizione di tutti – tifosi e non – un maxischermo installato in piazza Indipendenza, offrendo così la possibilità di seguire in compagnia tutte le partite di questo evento sportivo molto atteso in programma in Germania dal 14 giugno al 14 luglio.

Durante le trasmissioni sarà sempre attivo un servizio di buvette gestito a turno da tutte le società sportive di Chiasso. Le partite di EURO 24 diventeranno dunque l’occasione per un momento conviviale in cui fare il tifo per la propria squadra del cuore, o semplicemente stare in compagnia e vivere l’estate in piazza. Si ringraziano i numerosi sponsor per il loro sostegno.

A Chiasso farà tappa anche la trasmissione tv della RSI che seguirà le partite della Nazionale svizzera, le semifinali e la finalissima (per i dettagli, https://www.rsi.ch/eventi/), con possibilità di dimostrare la propria abilità nel gioco del calcetto e di incontrare la giornalista sportiva Serena Bergomi che sarà in diretta nel pre-partita.

Vai all'articolo