m.a.x. museo

Il m.a.x. museo, inaugurato il 12 novembre 2005 su iniziativa della Fondazione Max Huber-Kono, dal 2010 è divenuto una istituzione pubblica del Comune di Chiasso. Negli scopi statutari vi è la volontà di divulgare la conoscenza dell’arte grafica storica e contemporanea, del design, della fotografia, nonché della comunicazione visiva contemporanea. L’aspirazione del Museo è quella di costituire un ponte tra il passato e le nuove generazioni di grafici e designer attraverso esposizioni, conferenze e momenti d’incontro per vari tipi di pubblico: dai curiosi agli specialisti, dalle famiglie con neonati ai nonni con i nipotini. Tre sono i cicli espositivi che ogni anno vengono proposti: il filone dei “maestri del XX secolo”, della “grafica storica” e della “grafica contemporanea”. Ad anni alterni, in occasione della Biennale dell’immagine, il m.a.x. museo propone una mostra di fotografia.

Il visitatore ha l’opportunità di ammirare, in concomitanza di alcune mostre temporanee, anche una sezione espositiva riguardante le importanti creazioni grafiche e pittoriche di Max Huber (Baar 1919 – Mendrisio 1992), artista svizzero annoverato fra i più significativi graphic designer del XX secolo.
Nel lavoro di Huber si percepiscono l’insegnamento dei grandi maestri del movimento moderno e l’influenza del clima artistico milanese del secondo dopoguerra. Huber, di pragmatica formazione zurighese, applica alla grafica l’estetica dell’avanguardia e del razionalismo europeo, traducendone i temi in invenzioni formali. Tra i tanti lavori realizzati figurano la grafica per manifesti, libri e riviste. Inoltre le pubblicazioni di alcune delle più importanti case editrici italiane, come Einaudi e Etas, lo vedono protagonista di opere grafiche che ancora oggi emergono e si riaffermano per la loro singolarità. Ne va dimenticata la notorietà ottenuta con la realizzazione dei logotipi per i grandi magazzini della Rinascente e per la catena dei Supermercati Esselunga. Assieme agli architetti Castiglioni, Max Huber ha curato inoltre la grafica di allestimenti per la Rai, l’Eni, la Montecatini e la Radio italiana.

La sede del m.a.x museo, progettata dagli architetti Durisch e Nolli, si trova in prossimità del Cinema Teatro e dello Spazio Officina, posizione che permette di creare una interrelazione tra le principali strutture culturali realizzate nella cittadina di confine e, nel contempo, costituire un nuovo e importante Centro culturale caratterizzato da contenuti espositivi e teatrali di respiro internazionale.

Ritorna su
Informazioni

m.a.x. museo
Via Dante Alighieri 6

Responsabile
Dir. Nicoletta Ossanna Cavadini

A chi rivolgersi
Tel: 0041 91 695 08 88
Fax: 0041 91 695 08 96
info@maxmuseo.ch

Orari
martedì – domenica
10-12
14-18
lunedì chiuso

Documenti
Link Esterni

Richiedi maggiori informazioni

Leggi informativa

Contattaci compilando il modulo per approfondire qualsiasi argomento trattato. I nostri consulenti valuteranno attentamente ogni tua esigenza.

Oppure contattaci al +41 (0) 91-695.08.11